Il pirata

Trama

 

Atto I

Un saggio e pietoso eremita, il Solitario, esorta i pescatori a portare soccorso ai naufraghi. Approdato sulla terra ferma, Gualtiero riconosce nel Solitario il suo vecchio precettore, Goffredo, che lo conduce nella sua abitazione. Anche Imogene si reca a portare soccorso ai naufraghi e chiede notizia dei pirati e del loro capo. Uno dei pirati, Itulbo, per non svelare il piano di Gualtiero, le dà la falsa notizia della sua morte. La notizia sconvolge Imogene, che proprio quella notte aveva sognato di ritrovare sulla spiaggia il corpo insanguinato di Gualtiero, ucciso dal marito.

Mentre sotto mentite spoglie i pirati, ospiti di Imogene al castello, passano la notte a bere e cantare, Gualtiero è invitato alla presenza della duchessa. Nascosto in un grande mantello, il suo aspetto è quasi irriconoscibile. Eppure Imogene è turbata e quando finalmente Gualtiero si rivela, si getta tra le sue braccia. La notizia delle nozze con Ernesto sconvolge Gualtiero, che minaccia di colpire a morte il figlio nato da quel legame.

Nel frattempo Ernesto si reca a conoscere i naufraghi e, insospettito, rinuncia a rinchiuderli in prigione solo per l'intercessione di Imogene. Partiranno l'indomani all'alba. Ma Gualtiero medita vendetta e, furtivamente, chiede ed ottiene da Imogene un ultimo colloquio prima della partenza.

 

Atto II

Imogene sta per recarsi all'incontro segreto con Gualtiero, quando s'imbatte in Ernesto che, accortosi del suo turbamento, le chiede spiegazioni. La donna motiva il proprio stato d'animo con la sorte del padre, ma Ernesto non le crede e intuisce che si tratta invece del suo mai sopito amore per Gualtiero.

È quasi l'alba. Gualtiero e Imogene si incontrano su una loggia del castello. Fedele al proprio ruolo di sposa e di madre, Imogene rifiuta di fuggire con l'innamorato, ma proprio nel dirsi addio gli amanti sono sorpresi da Ernesto. I rivali si allontanano per affrontarsi in un duello all'ultimo sangue.

Giunge la notizia della morte del Duca. Gualtiero, in un gesto di lealtà suprema, si consegna ai cavalieri di Caldora, il cui Gran Consiglio lo condanna a morte. Impazzita per il dolore, Imogene vaga col figlio per le sale del castello: il suo sogno premonitore si è compiuto, ma a parti invertite. Quando le giunge all'orecchio la notizia della condanna a morte di Gualtiero, impazzisce definitivamente ("Oh sole, ti vela di tenebre oscure!").

 

Programma e cast

Squadra Artistica


Direttore I Maurizio Benini

Direttore di stage I Emilio Sagi 

Scenografo I Daniel Bianco

Costumista I Pepa Ojanguren

Progettista della luce I Albert Faura

Maestro del coro I Andrés Máspero

 
Getto


Ernesto I George Petean - 30 nov; 3, 6. 9, 12, 15 dic. 

               I Simone Piazzola - 1, 4, 7, 7, 14, 17, 20 dic. 

               I Vladimir Stoyanov - 16, 18 dic 

Imogene I Sonya Yoncheva - 30 nov; 3, 6. 9, 12, 15 dec. 

               I Yolanda Auyanet - 1, 4, 7, 7, 14, 17, 20 dic. 

               I Davinia Rodríguez - 16, 18 dic 

Gualtiero I Javier Camarena - 30 nov. 3, 6. 9, 12, 15 dic. 

                 I Celso Albelo - 1, 4, 7, 17, 20 dec. 

                 I Dmitry Korchak - 14, 16, 18 dic. 

Itulbo I Marin Yonchev

Goffredo I Felipe Bou

Adele I María Miró

Acquista biglietti
Gennaio 1970
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do

Teatro Reale

Il Teatro Real è il principale teatro lirico spagnolo. E 'considerato la prima istituzione del paese nel campo della musica e delle arti dello spettacolo. 
 
 
La Fondazione Teatro Real è presieduta dal Re e Regina di Spagna. Si basa su due amministrazioni pubbliche che hanno partecipato alla sua creazione: il Ministero dell'Istruzione, della Cultura e dello Sport e la Comunidad de Madrid (Governo Regionale di Madrid). La Fondazione è governata da un Consiglio di 31 fiduciari. Il Consiglio di fondazione elegge il Presidente del Consiglio di amministrazione e la Commissione Esecutiva su proposta del Ministero dell'Istruzione, della Cultura e dello Sport. La Fondazione è un ente pubblico e la società civile svolge un ruolo importante nella sua governance e sponsorizzazione. 
 
 
L'obiettivo del Teatro Real è quello di creare una sede per i più talentuosi cantanti, direttori d'orchestra e registi di tutto il mondo. La sua missione artistica si esprime in una programmazione che cerca l'eccellenza coniugando il repertorio lirico classico e contemporaneo per attrarre un pubblico di tutte le età e interessi. L'introduzione dei giovani e dei bambini all'opera lirica è una preoccupazione particolare. Tutto questo, insieme al Coro Principale e all'Orchestra del Teatro Real, la più moderna competenza tecnologica e il gran numero di produzioni in house sui palcoscenici di tutto il mondo ha posizionato saldamente il Teatro Real in Spagna e all'estero. 
Eventi correlati