La bohème - Opera di Praga

Nell'ultimo decennio del 19 ° secolo, nuovi temi ripresi dalla letteratura realistica contemporanea ha cominciato a comparire nell'opera italiana. Letterario naturalismo di Emil Zola, purgato di idealizzazione romantica, si sforzò di rappresentare il mondo con tutta la sua sofferenza assistente, mentre lo stesso percorso è stato ripreso anche dal verismo italiano, concentrandosi su temi la cui azione, piena di passione, molte volte ha portato ad un finale violento . 

 

Il pittore di Parigi e prenota scene dello scrittore Henry Murger de la vie de boheme, pubblicato nel 1851, è stato un grande successo e Puccini subito intuito l'enorme potenziale drammatico nel lavoro. La commovente storia d'amore tra il poeta Rodolfo e l'offerta Mimi, che non è destinato a vivere a lungo, e l'amicizia di quattro giovani artisti di Montmartre era un tema ideale per un'opera. E 'stato premiato il 1 febbraio 1896 al Teatro Regio di Torino, diretta da Arturo Toscanini. 

 

La produzione ispirata ed elegante Bohéme La regia di Ondřej Havelka, è stato nominato per la produzione dell'anno 2008 nel tradizionale sondaggio Divadelní Noviny, mentre Christina Vasileva e Svatopluk Sem ha selezionato per il Thalia Award 2008 per i loro ritratti di Mimi e Marcello, rispettivamente, . 

 

L'opera va in scena in versione originale tedesca e ceca e inglese sopratitoli sono utilizzati nella performance. 

 

Foto: Karel Kouba 

 

Durata dello spettacolo: 2 ore e 15 minuti, 1 intervallo

Programma e cast

Conduttore: Jiří Štrunc

Rodolfo: Peter Berger, Richard Samek

Marcello: Martin Bárta, Jiří Hájek, Svatopluk Sem

Mimi: Maria Kobielska, Pavla Vykopalová

Musetta: Marie Fajtová, Jana Sibera, Jana Šrejma Kačírková.

Schaunard: Daniel Čapkovič, Martin Matoušek, Jiří Rajniš, František Zahradníček.

Colline: Miloš Horák, Ivo Hrachovec, Jiří Sulženko

Benoit: Aleš Hendrych, Vocel romano

Alcindoro: Lubomír Havlák

Parpignol: Jan Ondráček, Ondřej Socha

Sergente: Libor Novák, Peter Paleček, Dalibor Pavelka

Funzionario doganale: Alexander Laptěv, Andrey Styrkul

Cameriere: Petr Jirsa

Caporale: Yevgen Lisovyk


Libretto: Giuseppe Giacosa, Luigi Illica
Preparazione musicale: Ondrej Lenárd
Regia di scena: Ondřej Havelka
Set: Martin Černý
Costumi: Jana Zbořilová
Maestro del coro: Adolf Melichar
Coreografia: Jana Hanušová
Drammaturgia: Jitka Slavíková


Il Coro e l'Orchestra dell'Opera di Stato

Acquista biglietti
Marzo 2020 Next
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do

Teatro dell'Opera di Praga

L'Opera di Stato di oggi
 

L'Opera di Stato (ex Opera di Stato di Praga, tra il 1948 e il 1992 il Teatro Smetana, e in origine il Teatro Nuovo tedesco) è stata una parte del Teatro Nazionale dal 2012. L'Opera e Balletto ensemble dare prestazioni repertorio presso l'Opera di Stato.


Storia


Il Teatro dell'Opera di Praga risiede nel palazzo che il 5 gennaio 1888 è stato aperto come un palcoscenico tedesco di Praga con la rappresentazione dell'opera di Wagner, I Maestri Cantori di Norimberga. Nel 19 ° secolo, i tedeschi di Praga eseguito nel Teatro della Tenuta in alternanza con una società ceca. Il desiderio per il proprio teatro ha portato a trattative in 1883 per la costruzione di un nuovo edificio teatrale per l'Associazione Teatro tedesco. Nel corso dei prossimi tre anni, un progetto è stato redatto e consegnato alla Vienna atelier di Fellner e Hellmer. Condividendo anche nel design è stato l'architetto di Vienna Teatro Municipale, Karl Hasenauer, mentre Praga architetto Alfons Wertmüller ha partecipato alla costruzione. Finanziamenti provenienti da collezioni private. Con la sua ampia decorazione auditorium e neo-rococò, questo edificio teatrale è tra i più belli d'Europa.

 

Accesso:


In auto
Sulla strada Wilsonova, dalla corsia stretta sinistro al Teatro dell'Opera prendere la rampa del garage fuori terra Slovan. Il parcheggio è di 40 CZK / h.


Con il tram


Di giorno il tram n ° 11 fino alla fermata "Muzeum", attraverso il sottopasso strada Legerova in direzione del NationalMuseum, all'incrocio svoltare a destra lungo la nuova-costruzione del NationalMuseum.


Con i tram diurni numeri 3, 9, 14 e 24 o tram notturni Nos 51, 52, 54, 55, 56 e 58 fino alla fermata "Vaclavske namesti", poi a piedi in salita sul lato sinistro della piazza San Venceslao alla semafori di tutta Wilsonova e Vinohradská strade. Poi girare a sinistra lungo la nuova-costruzione del National Museum.


In metro
Per la stazione "Muzeum", linee A e C (verde e rosso), e poi a piedi lungo la Costruzione nuova del National Museum.

Eventi correlati