Le nozze di Figaro

La trama

 

Primo atto

Il mattino del giorno delle nozze, Figaro e Susanna sono nella stanza che il Conte ha assegnato loro. Figaro misura la stanza mentre Susanna si prova il cappello che ha preparato per le nozze. "È una bella canzone che richiama i gusti soavi e la brezza del poeta", così dice la parte centrale dell'atto in cui Figaro si fa rallegrare della generosità del Conte, ma Susanna introduce che quella generosità non sia disinteressata: il Conte vuol rivendicare lo ius primae noctis che egli stesso aveva abolito. Le brame del Conte sono, peraltro, favorite da Don Basilio, maestro di musica. Figaro si arrabbia e medita vendetta. Anche la non più giovane Marcellina è intenzionata a mandare all'aria i progetti di matrimonio di Figaro e lamenta, con l'aiuto di Don Bartolo, il diritto a sposare Figaro con coraggio di un prestito concessogli in passato e mai restituito. Don Bartolo, del resto, gode all'idea di potersi vendicare dell'ex barbiere di Siviglia,che aveva favorito il Conte a sottrargli Rosina, l'attuale Contessa. Entra Cherubino per chiedere a Susanna di intercedere in suo favore presso la Contessa: il giorno prima il Conte, trovandolo solo con Barbarina, si era insospettito e lo aveva cacciato dal palazzo. L'arrivo improvviso del Conte lo obbliga a nascondersi e ad assistere alle proposte eleganti che il Conte indirizza alla cameriera Susanna. Ma anche il Conte deve scomparire al veder avvicinarsi Don Basilio, che svela a Susanna le attenzioni rivolte dal paggio Cherubino alla Contessa. Sopraffatto dalla gelosia, il Conte esce dal nascondiglio e, una volta scoperto che anche il paggio fosse lì nascosto, va su tutte le furie. Entrano i contadini con Figaro ringraziando il Conte per aver eliminato il famigerato ius primae noctis.
Il Conte, con un pretesto, rinvia il giorno delle nozze e ordina l'invio immediato di Cherubino a Siviglia, dove dovrà reclutarsi come ufficiale della sua moltitudine. Figaro si prende gioco del paggio con una delle arie più famose dell'opera, Non più andrai, farfallone amoroso.

 

Secondo atto

Nelle ampie camere della Contessa, Susanna decide di rivelarle le attenzione che essa ha ricevuto dal Conte. Entra Figaro ed espone il suo piano di battaglia: ha fatto pervenire al Conte un biglietto anonimo dove si afferma che la Contessa ha dato un appuntamento ad un ammiratore per quella sera. Quindi, suggerisce a Susanna di fingere di accettare un incontro col Conte: Cherubino (che non è ancora partito) andrà al posto di lei vestito da donna, così la Contessa smaschererà il marito, cogliendolo in fallo. Tuttavia, mentre il travestimento del paggio è ancora in corso, il Conte sopraggiunge e, insospettito dai rumori provenienti dalla stanza attigua (dove la Contessa ha rinchiuso Cherubino), decide di forzare la porta. Ma Cherubino riesce a fuggire saltando dalla finestra e Susanna ne prende il posto.
Quando dal guardaroba esce Susanna invece di Cherubino, il Conte è costretto a chiedere perdono alla moglie. Entra Figaro che spera di poter finalmente affrettare la cerimonia nuziale.
Irrompe, però, il giardiniere Antonio che afferma di aver visto qualcuno saltare dalla finestra della camera della Contessa. Figaro cerca di parare il colpo sostenendo di essere stato lui a saltare. Ma ecco arrivare con Don Bartolo anche Marcellina che reclama i suoi diritti: possiede ormai tutti i documenti necessari per costringere Figaro a sposarla.

 

Terzo atto

Mentre il Conte si trova nella sua stanza pensoso, la Contessa spinge Susanna a concedere un appuntamento galante al Conte, il quale però si accorge dell'inganno e promette di vendicarsi. Il giudice Don Curzio entra con le parti contendenti e dispone che Figaro debba restituire il suo debito e sposare Marcellina, ma da un segno che Figaro porta sul braccio si scopre ch'egli è il frutto di una vecchia relazione tra Marcellina e Don Bartolo, i quali sono quindi i suoi genitori . Marcellina è lietissima di aver ritrovato il figliolo, ma in quel mentre sopraggiunge Susanna con la somma necessaria a riscattare Figaro liberandolo dall'obbligo di sposare Marcellina: vedendoli abbracciati Susanna dapprima s'infuria, poi, compresa la felice situazione, si unisce alla gioia di Figaro e dei due più anziani amanti. Marcellina acconsente alla tardiva proposta di matrimonio dallo stesso Don Bartolo e condona il debito come regalo a Figaro per le nozze con Susanna, Don Bartolo porge un'ulteriore somma di denaro come regalo per il matrimonio; il Conte, invece, monta su tutte le furie.

La Contessa, intanto, determinata a riconquistare il marito, detta a Susanna un bigliettino, sigillato da una spilla, per l'appuntamento notturno, da far avere al Conte. Modificando il piano di Figaro, ed agendo a sua insaputa, le due donne decidono che sarà la stessa Contessa e non Cherubino ad incontrare il Conte al posto di Susanna. Mentre alcune giovani contadine recano ghirlande per la Contessa, Susanna consegna il biglietto galante al Conte, che si punge il dito con la spilla. Figaro è divertito: non ha visto, infatti, chi ha dato il bigliettino al Conte. L'atto si conclude col festeggiamento di ben due coppie di sposi: oltre a Susanna e Figaro, anche Marcellina e Don Bartolo.

 

Quarto atto

È ormai notte e nell'oscurità del parco del castello Barbarina sta cercando la spilla che il Conte le ha detto di restituire a Susanna e che la fanciulla ha perduto. Figaro capisce che il biglietto ricevuto dal Conte gli era stato consegnato dalla sua promessa sposa e, credendo ad una nuova trama, si nasconde con un piccolo gruppo di persone da usare come testimoni del tradimento di Susanna che, nel mentre, all'ascoltare i dubbi di Figaro sulla sua fedeltà, si sente offesa dalla sua mancanza di fiducia e decide di farlo stare sulle spine. Entra allora Cherubino e, vista Susanna, (che è in realtà la Contessa travestita) decide di importunarla; nello stesso momento giunge il Conte il quale, dopo aver scacciato il Paggio, inizia a corteggiare quella che crede essere la sua amante.
Fingendo di veder arrivare qualcuno, la Contessa travestita da Susanna fugge nel bosco mentre il Conte va a vedere cosa succede; nel contempo Figaro, che stava spiando gli amanti, rimane solo e viene raggiunto da Susanna travestita da Contessa. I due si mettono a parlare, ma Susanna, durante la conversazione, dimentica di falsare la propria voce e Figaro la riconosce. Per punire la sua promessa sposa, questi non le comunica la cosa ma rende le proprie avances alla Contessa molto esplicite. In un turbinio di colpi di scena, alla fine Figaro chiede scusa a Susanna per aver dubitato della sua fedeltà, mentre il Conte, arrivato per la seconda volta, scorge Figaro corteggiare quella che crede essere sua moglie; interviene a questo punto la vera Contessa che, con Susanna, chiarisce l'inganno davanti ad un Conte profondamente allibito. Allora questi implora con sincerità il perdono della Contessa e le nozze tra Figaro e Susanna si possono finalmente celebrare; la "folle giornata" si chiude così in modo festoso con l'aria conclusiva Ah, tutti contenti.

Programma e cast

Squadra Creativa


Kevin John Edusei - Direttore d'orchestra

James Henshaw - Direttore d'orchestra
(14 aprile, 16, 18 aprile)

Joe Hill-Gibbins - Direttore

Johannes Schultz - Scenografo

Astria Klein - Costume Designer

Jenny Ogilvie - Coreografo

Bernd Velder - Lighting Designer


Getto


Božidar Smiljanić - Figaro

Louise Alder - Susanna

Johnathan McCullough - Conte Almaviva

Sophie Bevan - Contessa Almaviva

Hanna Hipp - Cherubino

Susan Bickley - Marcellina

Andrew Shore - Dr Bartolo

Colin Judson - Don Basilio / Don Curzio

Rowan Pierce - Barbarina

Acquista biglietti
Marzo 2020 Next
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do

London Coliseum

Il London Coliseum, chiamato anche Coliseum Theatre, è un teatro d'opera, situato a St. Martin's Lane,Westminster, Londra. Aperto nel 1904, è uno dei più grandi e meglio equipaggiati teatri londinesi, progettato dall'architetto teatrale Frank Matcham (ideatore anche del progetto del London Palladium) per l'impresario Oswald Stoll. La loro più grande ambizione era quella di collaborare assieme per costruire il più ampio e raffinato palazzo dedicato all'intrattenimento del pubblico e volevano renderlo il più ammirabile dell'epoca.
 

Storia
 

La performance d'inaugurazione consistette in un varietà, uno show con diverse esibizioni dal ballo, al canto, alla comicità, tenutasi il 24 dicembre 1904. Circa sette anni dopo, nel 1911, il drammaturgo W. S. Gilbert compose la sua ultima opera in questo posto.

 

Aspetto tecnico
 

Il dietro le quinte del palco cela diversi intrichi di gallerie e ponti sopraelevati per aiutare attori, presentatori e comparse ad apparire in vari livelli in scena.

 

TROVARE LONDRA COLOSSEO 

 

Metropolitana più vicina 

Charing Cross - 0,2 miglia 
Northern Line 
Leicester Square - 0,2 miglia 
Northern & Piccadilly Lines 
Covent Garden - 0,3 miglia 
Northern & Piccadilly Lines 
Embankment - 0,3 miglia 
Bakerloo, Circle, District e Northern Lines 


Fuori terra più vicina 

Charing Cross - 0,2 miglia 
Waterloo - 0,8 miglia 


Autobus più vicina 

3, 6, 9, 11, 12, 13, 15, 23, 24, 29, 53, 77a, 88, 91, 139, 159, 176 


Warning: getimagesize(/www/htdocs/w010847c/2parisconcerts-tickets/img/68005europera-tickets-budapest.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /www/htdocs/w010847c/1europaticket.com/event.php on line 669

Warning: getimagesize(/www/htdocs/w010847c/2parisconcerts-tickets/img/68005europera-tickets-budapest.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /www/htdocs/w010847c/1europaticket.com/event.php on line 669

Warning: getimagesize(/www/htdocs/w010847c/2parisconcerts-tickets/img/36162Hungarian-Opera-House-Seating-Plan.JPG): failed to open stream: No such file or directory in /www/htdocs/w010847c/1europaticket.com/event.php on line 669

Warning: getimagesize(/www/htdocs/w010847c/2parisconcerts-tickets/img/36162Hungarian-Opera-House-Seating-Plan.JPG): failed to open stream: No such file or directory in /www/htdocs/w010847c/1europaticket.com/event.php on line 669
Eventi correlati