Mozart e gli altri

Lettere, Enigmi e Scritture / Lo stile classico


Wolfgang Amadeus Mozart sta tornando a Praga - di persona! Il luogo della città più sinonimo del Maestro, il Teatro Estates, non solo ospiterà le sue famose opere e concerti. Il Teatro Nazionale metterà in scena in prima ceca due opere notevoli che presentano Mozart come persona in connessioni poco note, anche inaspettate. Il celebre compositore inglese Michael Nyman, uno dei padri del minimalismo, ha scritto i suoi 30 minuti di mini-opera Letters, Riddles and Writs nel 1991 per il progetto televisivo della BBC Not Mozart, che ha segnato il 200° anniversario della morte di Mozart. Impregnato di un'atmosfera tragicomica, il personaggio contrappone l'artista sfrenato, provocatorio, frivolo, ma anche molto malinconico, al mondo ristretto e pragmatico, rappresentato in particolare dal timoroso padre Leopold. Il libretto è un collage poetico, che oltre a frammenti delle lettere di Mozart racchiude i quasi sconosciuti e bizzarri indovinelli che il compositore compilò per il Carnevale di Vienna del 1786, in cui, a quanto pare, nascondeva lo spunto mistico al suo complesso universo interiore. Forse ancora più romanzo è stato il soggetto che nel 2013 ha ispirato l'opera The Classical Style dello statunitense Steven Stucky, vincitore del Premio Pulitzer (e allievo del compositore ceco Karel Husa). Il pezzo è l'ambientazione dell'omonimo libro del pianista e musicologo americano Charles Rosen, che racconta la musica di tre giganti classici - W. A. Mozart, Joseph Haydn e Ludwig van Beethoven - e rende loro omaggio nel clima contemporaneo, non troppo favorevole alla musica classica. Nella sua commedia ironica, Steven Stucky lascia che i tre geni trascurati scendano dal cielo tra coloro che vivono oggi, in modo che possano scoprire di persona cosa è successo alla loro imperitura gloria nel mondo moderno.


Cantata in inglese. Sottotitoli in ceco e inglese.

Programma e cast

Regista e Video: Alice Nellis
Preparazione musicale: David Švec
Set: Matěj Cibulka
Costumi: Kateřina Štefková
Cooperazione in materia di movimento: Klára Lidová
Drammaturgia: Ondřej Hučín


Direttore d'orchestra: David Švec
Mozart: Alžběta Poláčková
Cameriera: Michaela Zajmi
Servo: Pavel Švingr
Leopold, recensore Nägele: Ivo Hrachovec


Lo stile classico


Direttore d'orchestra: David Švec
Mozart: Alžběta Poláčková
Haydn: Tomáš Kořínek
Beethoven: Pavel Švingr
Charles Rosen, Tristan Chord: Jiří Hájek
Dominante, Donna Anna, musicologa: Lucie Hájková
Sottodominante, partecipante 1: Veronika Hajnová
Tónik, Don Giovanni, 2° partner: Daniel Klánský
Henry Snibblesworth, Barista: Josef Moravec
Komtur: Ivo Hrachovec
Schumann: Michaela Zajmi
Studente di musica: Oskar Hes

Acquista biglietti
Ottobre 2019
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do

Teatro degli Stati di Praga


Il Teatro degli Stati di Praga (in ceco, Stavovské Divadlo) è uno storico teatro d'Opera boemo in stile rococò, tra i più antichi e famosi di tutta l'Europa. Il nome richiama gli "Stati" che costituivano la Corona di Boemia. Venne inaugurato nel 1783 con la rappresentazione del dramma Emilia Galotti di Lessing e in esso si tennero le prime di due celeberrime opere di Mozart: il Don Giovanni il 29 ottobre 1787 e La clemenza di Tito il 6 settembre 1791.

 

La prima moderna opera ceca, di František Škroup venne messa in scena nel 1826 e nel 1834 la prima esecuzione della Fidlovačka di Josef Kajetán Tyl, comprendente il brano Kde domov můj (Dov'è la mia casap), eseguito da basso Karel Strakatý, che sarebbe poi diventato l'inno nazionale ceco.

 

Unito nel 1948 al nuovo Teatro Nazionale, consta di tre complessi artistici - opera, balletto e teatro - che alternano vicendevolmente le loro esibizioni negli altri teatri storici di Praga. Tutte e tre le ensemble selezionano il loro repertorionon solo fra il ricco patrimonio classico, ma prestano attenzione anche sulla produzione artistica moderna.

 

In auto al Teatro Nazionale di parcheggio


Per il centro (OldTown), approccio su Masarykovo nábřeží (Masaryk terrapieno) nella direzione dalla Casa Danzante, al bivio di fronte al Teatro Nazionale di girare a destra per via Divadelní e poi ancora a destra per via Ostrovní al Teatro Nazionale di parcheggio . Il parcheggio costa 50 CZK / h.
Da lì, a piedi del Teatro degli lungo via Národní, quindi 28. října strada, svoltare a sinistra sulla via Na Můstku e destra per strada Rytířská.


Altri vicini parcheggi sicuri:


Kotva magazzino (Revoluční 1/655, Praga 1), poi a piedi lungo via Králodvorská a Ovocný trh.
Palladium grande magazzino (Na Poříčí 1079/3a, Praga 1), poi a piedi lungo via Králodvorská a Ovocný TRH, o della Porta delle Polveri attraverso la strada Celetná a Ovocný trh.


Con il tram


Con i tram diurni Nos 6, 9, 18 e 22 o tram notturni Nos 53, 57, 58 e 59 fino alla fermata "Národní třída", poi a piedi lungo la via Národní, quindi 28. října strada, svoltare a sinistra per via Na Můstku e destra per strada Rytířská.

Con i tram diurni numeri 5, 8, 14 e 26 o tram notturni Nos 51, 54 e 56 fino alla fermata "Namesti Republiky", poi a piedi in giro per la Casa Municipale della Porta delle Polveri, sulla strada Celetná per Ovocný trh.


Con i tram diurni numeri 3, 9, 14, 24 o tram notturni Nos 52, 54, 55, 56 e 58 fino alla fermata "Jindřišská", poi a piedi lungo Nekázanka / Panská strade, girare a sinistra per Na Příkopě strada e poi a destra per via Havířská (da Na Příkopě strada si può anche camminare attraverso la galleria Myslbek).


In metro


Per la stazione "Můstek", le linee A e B (verde e giallo), poi a piedi per via Na Můstku e destra per strada Rytířská.

Eventi correlati