Salomè

Acquista biglietti
Novembre 2020
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do

Capolavoro dell'opera moderna, tanto per la sua esibizione orchestrale quanto per la sua incandescente sensualità, la partitura di Salomè è intrisa di un mondo di crudeltà e perversione dall'inizio alla fine. Ma che opera! Un sottile accenno di ossessione permea la partitura, passando da un protagonista all'altro. Nell'opera di Strauss, Krzysztof Warlikowski trova uno sfondo ideale per una drammaturgia con molteplici ambiti di esplorazione. Giochi di ruolo o realtà, ognuno troverà la sua strada o si perderà in essa. Questa potente produzione è stata presentata per la prima volta all'Opera di Monaco di Baviera la scorsa stagione. La sua rappresentazione al Théàtre des Champs-Elysées di questa stagione vedrà la partecipazione di artisti che sono molto abili nel repertorio straussiano, tra cui Wolfgang Ablinger-Sperrhacke, Gábor Bretz e Sophie Koch, e offrirà anche l'opportunità a Patricia Petibon di assumere il ruolo di protagonista, uno dei più impegnativi del repertorio del XX secolo. Un ruolo in cui viene convocato l'intero spettro psicologico, dall'ingegno alla follia mistica. E poi, naturalmente, c'è la famosa Danza dei Sette Veli, momento centrale dell'opera prima del monologo finale di Salomè tra delirio e confessione, che si conclude con la constatazione che "il mistero dell'amore è più grande del mistero della morte". Davvero grandioso.


COPRODUZIONE Bayerische Staatsoper / Théâtre des Champs-Elysées
France Musique trasmette quest'opera.

Programma e cast

Henrik Nánási | direzione
Krzysztof Warlikowski | messa in scena
Claude Bardouil | coreografia
Małgorzata Szczęśniak | set e costumi
Felice Ross | luci
Kamil Polak | video


Patricia Petibon | Salomè
Gábor Bretz | Iokanaan
Wolfgang Ablinger-Sperrhacke | Herode
Sophie Koch | Erodiade
Oleksiy Palchykov | Narraboth
Emanuela Pascu | La pagina di Erodiade
Alexandrer Kravets | 1° Ebreo
François Piolino | 2° Ebreo
Rodolphe Briand | 3° Ebreo
Gregorio Bonfatti | 4° Ebreo
Geoffroy Buffière | 5° Ebreo
Kristof Klorek | Primo soldato
Jean-Vincent Blot | Secondo soldato
Ugo Rabec | Primo Nazareno
Mark Van Arsdale | Secondo Nazareno
Francesco Salvadori | Cappadociano
Tamara Bounazou | Una schiava


Orchestre National de France


Cantato in tedesco, sottotitolato in francese e inglese

Théâtre des Champs-Élysées

Il Palazzo
 

Il Théâtre des Champs -Elysées è senza dubbio uno dei più bei luoghi di Parigi . Costruito nel 1913 , ha la particolarità di essere stato progettato da un gruppo di artisti architetti Henry Van de Velde e Auguste Perret , il pittore e scultore Antoine Bourdelle , il pittore Maurice Denis , e il cristallo -René Lalique turistiche citare i principali . Egli fu il primo teatro parigino ad essere costruita interamente in cemento armato.
 

Restauro della Sala Grande dedicata a spettacoli di opera , concerti sinfonici e di danza è stata decisa nel 1985 . Due anni più tardi , il 23 settembre 1987, il teatro ha riaperto i battenti , completamente ristrutturato . Quindici anni dopo questo importante lavoro si è deciso di intraprendere una nuova campagna di ristrutturazione , ma per evitare la completa chiusura del teatro per l'intera stagione , il lavoro è ora effettuata dopo passo durante l'estate. Poi è di sostituire le attrezzature di invecchiamento, per porre rimedio a portare alcune parti del teatro e migliorare il comfort spettatore e gli artisti durante la loro visita . Così , negli ultimi anni, tra cui i lavori di ristrutturazione della facciata in marmo , sostituendo la moquette in camera con pavimenti in legno , l'installazione di un nuovo concerto in legno completamente decorata ad un significativo miglioramento della acustica, la buca dell'orchestra e lo stadio di seguito .
 

Il Théâtre des Champs - Elysées è oggi un moderno strumento di lavoro che riceve ogni anno circa 300.000 spettatori e un paio di migliaia di artisti e collaboratori .
 

Il Théâtre des Champs - Elysées , il gioiello dell'architettura francese del XX secolo , è stato nel 1953 uno dei primi edifici del patrimonio architettonico contemporaneo per essere classificati come monumenti storici . Dal 1970 la Caisse des Dépôts possiede l' intero edificio 15 avenue Montaigne e patrono principale del teatro .

 

Come raggiungerci: 
 
Metropolitana: Alma-Marceau (linea 9), Franklin D.Roosevelt (linea 1), Pont de l'Alma (linea RER C) 
Autobus: n ° 42, 63, 72, 80, 92 
Taxi: Place de l'Alma, all'angolo di avenue George V 
Parcheggio: Alma George V. L'ingresso è di fronte alla n ° 19, avenue George V 
Tasso fisso a seconda della lunghezza dello spettacolo. Il pagamento entrando.

Eventi correlati